Ho vinto un premio e me ne vanto

Ve ne sarete accorti (o forse no), ma il blog sta subendo delle considerevoli modifiche. Prima di tutti, d’immagine. La metamorfosi estetica non comporterà cambiamenti drastici di contenuti, ma è necessaria per comunicare meglio coi miei lettori e, se possibile, attirarne altri. È un lavoro che ha richiesto parecchie riflessioni (grazie Laura, amica mia esperta di marketing) ed è in divenire. Lo so, sono lenta che il bradipo di Zootropolis in confronto è Speedy Gonzales. Ma questo, ormai, dovreste già saperlo.
Questa premessa serve per dirvi che, nonostante non scriva sul blog (se avete notato, ora si chiama Secondo Kara Lafayette proprio come la sua pagina Facebook – e la celeberrima citazione del brano di De Andrà resta l’imprescindibile sottotitolo), quelle anime gentili facente parte dei CineFatti mi hanno assegnato un premio: il Liebster Award. Un premio che funge da passaparola per conoscere altri meritevoli blog e, evidentemente, secondo CineFatti, il mio lo è. Per cui grazie Francesca, Fausto & co.
Continue Reading

Il ricordo di un uomo bellissimo: Chris Cornell

Non ho molto da dire in merito all’improvvisa morte di Chris Cornell (Temple of the DogSoundgardenAudioslave), se non che è stato uno shock. Cornell aveva solo 52 anni quando si è impiccato al MGM Grand Detroit Hotel l’altro ieri. Suicidio, quindi. E ogni volta che sento questo termine, mi irrigidisco. Se poi è associato alla morte di una persona che, in qualche modo, ha fatto parte della mia crescita, il cuore mi si frantuma e mi viene da vomitare.

Continue Reading

Momento divertissement: Girlboss (la serie)

Sophia: “Scommetto che è uno strappo muscolare.”

Annie: “Oppure potrebbe essere anche come quel tipo al quale un ragno gli è finito sotto pelle, ha deposto le uova ed è morto e poi le uova si sono schiuse e si è ritrovato un migliaio di ragnetti morti nel corpo. Credi che sia questo?”
Sophia: “Dovrei ucciderti solo per quello che hai detto.”
Annie: “Uhuhuhuh, Sophia… Io ti vorrò bene comunque, anche se un giorno centinaia di ragnetti morti usciranno fuori dalla tua vagina.”

 

Continue Reading