Addio a Nelsan Ellis, il mio Lafayette

Non ci si può svegliare una torrida domenica mattina e leggere della morte di Nelsan Ellis. Il MIO Lafayette Reynolds di True Blood. Forse non tutti lo sanno, ma parte del mio pseudonimo non è ispirato al generale Gilbert du Motier de La Fayette, ma al personaggio più riuscito della serie TV True Blood. E ho sempre pensato che se non ci fosse stato lui, forse non l’avrei amata così tanto. Lui è il mio buon amico spacciatore e cuoco del Merlotte’s, è gay e cazzutissimo e ha un vocione da mandarti in estasi. Lui è il motivo per cui mi chiamo Lafayette. Se non lo conoscete, recuperate True Blood. 

Nelson Ellis è morto per delle complicanze dovute a un attacco cardiaco, a quanto ho letto. Aveva 39 anni. Solo 39 anni. E io, che sto vivendo fianco a fianco a un brutto male (non mio, ma di qualcuno molto importante per me), non riesco a non sentire rabbia e disperazione per la morte improvvisa di una vita ancora così giovane. 
Ellis, grazie infinite per Lafayette. Meritavi molto di più per la tua carriera. Spero tu abbia avuto una bella vita.

Immagine anteprima YouTube

(Nelsan Ellis, Harvey, 30 novembre 1977 – Los Angeles, 8 luglio 2017)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*