SPLIT [Bentornato, Shayamalan!]

M. Night Shyamalan è sempre stato, per me, il compagno di classe al quale passare l’Estathe e allo stesso tempo prenderlo ad astucciate sul coppino. E, come succede spesso tra compagni di scuola, a un certo punto ci si perde di vista. Avendo mal sopportato i suoi Signs e The Village, ho pensato che fosse meglio dirsi addìos.

Continue Reading

MI GRAN NOCHE

Si aprono le danze con Hugo Silva e Carolina Bang (rispettivamente Roberto e Cristina) che si esibiscono in Prisencolinensinainciusol, direttamente ispirati ad Adriano Celentano e a Raffaella Carrà ai tempi di Milleluci (1976). Entriamo, quindi, subito nell’atmosfera del film: luccicante, spumeggiante, caotica. Siamo dentro a uno studio televisivo nel quale personaggi dello spettacolo e comparse varie sono alle prese con la registrazione di uno show, il quale andrà in onda la notte di Capodanno. Le prove sono estenuanti e piuttosto complicate, tanto che qualche malcapitato potrebbe rimetterci la capoccia. 
Continue Reading

Il ritorno di Rob Zombie: 31

Dopo la visione di The Lords of Salem lo dissi chiaramente: io con Rob Zombie ho chiuso. Come direbbe il buon Chef Antonino Cannavacciulo: 

14627963_10211656534877212_514636096_n

Per me The Lords of Salem è uno dei film più brutti dell’universo. Per me, lo ripeto, ché so benissimo quanto i fanz di Rob Zombie siano agguerriti e sempre pronti a rimarcare la genialità del loro Dio. Per quanto mi riguarda, si avvicina molto di più al Dario Argento della maaaaaaantide (ahahhahahaha) che a quello visionario degli esordi, tanto per dire.
Continue Reading