Buon viaggio, Duca Bianco

L’11 gennaio non sarà mai un giorno come un altro. L’11 gennaio del ’99 moriva Fabrizio De Andrè. L’11 gennaio del 2016, oggi, muore David Bowie. Col suo ultimo disco, uscito tre giorni fa, ci saluta con un video del brano Lazarus. Profetico, forse. Perché lui sapeva.
Continue Reading

Un angelo venuto dallo spazio: Carol

Mi sono innamorata di Todd Haynes nel lontano 1998, l’anno in cui uscì Velvet Goldmine. Uno dei miei cult dell’adolescenza, di cui credo che, presto o tardi, parlerò. Ebbene, c’è una cosa che lega il film del ’98 a Carol, attualmente nelle sale: entrambi parlano di persone giunte a un bivio.
Continue Reading

I remember… Evangelion: 3.0 You Can (Not) Redo

L’uscita di Star Wars ha scatenato un delirio incredibile che francamente mi aspettavo e al quale ho anche partecipato. Non sono una vera fan, ma l’ho atteso con gaudio e allegrezza. Il film, per inciso, mi ha divertito, con qualche perplessità di troppo, ma chissene. Onestamente, mi sono volate via due ore e mezza e lascio le critiche severe e le ovazioni a chi ne ha voglia.
Continue Reading

Una famiglia kaputt: Bloodline

Ho visto Bloodline la scorsa estate, condividendo coi protagonisti della serie il caldo opprimente. Mi pareva di essere in Florida, in effetti, fino a quando non accendevo il condizionatore. Ora voi potete godervela su Netflix, meglio ancora se avete nostalgia dell’estate. Potrete sollazzarvi in veranda, nell’albergo di famiglia dei Rayburn, in totale relax, bevendo qualche birra e, col minimo sforzo sindacale, fare qualche gitarella in barca. Le Florida Keys sono un arcipelago di isole niente male, a patto di accettare di gocciolare sudore più o meno tutto l’anno. Sudano tantissimo i fratelli Rayburn: Kevin, Meg, John. Sudano per il caldo umido, per le scopate clandestine in auto, per il troppo alcol e per le bugie celate sotto le fondamenta di una famiglia all’apparenza unita e felice. L’arrivo inaspettato di Danny, il primogenito, minaccia di far crollare l’illusione. 
Continue Reading