Pronti per un nuovo racconto horror?

“Per Miriam, trentacinquenne infelice, una festa anni ’80 può essere motivo di rivalsa verso un’irritante collega. Per qualcun altro, un motivo per uccidere.

Novelette horror dall’humor nero, ambientata in Alto-Adige.”

Si pensa, erroneamente, che il racconto sia il fratello minore, e magari un po’ sfigato, del romanzo. Certamente il romanzo ha intrinsecamente ambizioni più alte, comporta un’enorme mole di lavoro, pazienza, dedizione. Ma, per ora, il racconto (breve, soprattutto) è la dimensione narrativa in cui mi sento più a mio agio.

Mi diverto moltissimo a raccontare le vicissitudini dei miei personaggi in una manciata di parole. Lady Paurissima è un racconto di circa 7000 parole, 27 pagine, si legge in un’oretta. Facile da buttar giù, no? No, non direi. Scrivere una storia che ha il sapore di un caffè ristretto e, al contempo, renderla compiuta, risolta e il più possibile efficace non è affatto scontato. Non so se ci sono riuscita, sta a voi giudicarlo. E, a proposito di caffè ristretto, il costo è più o meno quello. 

Lady Paurissima arriva un anno e mezzo dopo la mia prima raccolta di racconti horror: Cosa fare in città prima di morire. Ho intenzione di darmi da fare, di scrivere di più. Tra non molto dovrebbe uscire un mio racconto di fantascienza dedicato all’universo di Perfection, creato da Germano. E, perché no, magari cimentarmi anche con quell’essere titanico che è il romanzo. Chissà. Nel frattempo, se vi piacciono le storie brevi autoconclusive, Lady Paurissima potrebbe piacervi. Io a scriverla mi sono divertita un sacco. Qualcuno mi ha detto che, leggendola, lo si percepisce. Spero abbia lo stesso effetto su voi lettori. Perché ci siete, nevvero? Non siete estinti come i dinosauri? 

 

L’editing è di Germano M., la copertina opera di Luca Morandi

Feedback critici sono ben accetti, li ritengo utili per migliorarsi sempre. Il trollaggio no. 

Vi ricordo che le recensioni o anche solo le stelline sono utili, come il passaparola. 

Ciò detto, Lady Paurissima è disponibile su Amazon, cliccate qui.

E sul Kobo store, cliccate qui.

Buona lettura e buon sollazzo! 

Il racconto è un’operazione sulla durata, un incantesimo che agisce sullo scorrere del tempo, contraendolo o dilatandolo.
(Italo Calvino)

 

4 commenti

  1. Qui nel regno di nevvero
    c’è un lettore per davvero
    che da Amazon passò
    e il racconto tuo acquistò
    presto lo assimilerà
    e il parere ti darà
    quindi attendi fiduciosa
    di saper da me qualcosa! 😉