Crea sito

SPLIT [Bentornato, Shayamalan!]

M. Night Shyamalan è sempre stato, per me, il compagno di classe al quale passare l’Estathe e allo stesso tempo prenderlo ad astucciate sul coppino. E, come succede spesso tra compagni di scuola, a un certo punto ci si perde di vista. Avendo mal sopportato i suoi Signs e The Village, ho pensato che fosse meglio dirsi addìos.

Poi arriva il trailer di Split, vedo il mio amatissimo James McAvoy e rifletto sul da farsi. Ok, do a Shayamalan una chance e, udite udite: SPLIT È UN FILM VERAMENTE GRAZIOSO.

Ora, sempre per non dimenticarci mai dell’esercito dei cagatori di minchia, il suddetto non poteva esimersi da commenti sgradevoli sul film che è: volutamente orrendo, senza senso, McAvoy fa le faccette, non recita ma bensì imita e tante altre baggianate. Rimango basetta, perché per una volta che il mister fa un film sensato, limitando il più possibile i momenti scemi (qualcuno c’è, dico pure meno male, che altrimenti non lo riconosco più) e, soprattutto, sfruttando al meglio il potenziale del SUO universo narrativo, arriva l’esercito a demolirlo a prescindere. Questa volta non è giusto, quindi mi incazzo.

 

tumblr_ob03s75Hns1qgvqxoo1_500

 

Split non è un thriller psicologico, non diciamo eresie. Se andate al cinema a vedere un docu-film o un elegante thriller dalle profonde introspezioni sulla malattia mentale, cascate male. Siamo, piuttosto, nel campo dei supereroi, quindi il buon Shayamalan sfrutta il disturbo di personalità multipla (il protagonista, Kevin, ne ha sviluppate ben ventitré, e si prepara ad accogliere la ventiquattresima) per insinuarsi in altri lidi a lui più idonei, quelli del soprannaturale. E se in passato è inciampato pesantemente, questa volta si è messo di buona lena e ha realizzato un ottimo film. Prima di tutto, ed è sconcertante per me dirlo, è scritto bene. La struttura regge, la ricostruzione delle varie personalità che vivono in Kevin, parallela alla storia personale di una delle ragazze rapite, Casey (Anya Taylor-Joy, che abbiamo avuto il piacere di conoscere in The VVitch), è sorprendentemente logica. E anche originale. Le motivazioni che spingono le due personalità preponderanti in Kevin di rapire le tre ragazze si scoprono un po’ alla volta; contemporaneamente Shayamalan ci mostra il passato di Casey e ci fa intuire quale possa essere il punto di forza della ragazza. Ma, e qui mi è venuta voglia di abbracciarlo, il potere di Casey, la sua volontà di potenza (perdonami se ti scomodo, Nietzsche) è un’altra. È qualcos’altro. E la scena pre-finale, tra lei e Kevin, è davvero meravigliosa. Nel finale il mister ci regala un sorpresone di quelli che non possono lasciare indifferenti. Non vi dico nulla, se non di prestare orecchio alla musica e all’ultima inquadratura.

 

SplitGif102616

 

Come direbbe Bonolis:

Bravo! Bravo! Vada! Non cincischi!

Scusa, Shay, se ti ho trattato male nel corso degli anni, ma ammetterai di aver fatto delle cagatone. Però adesso mi sono ricreduta, perché sei tornato ai tempi gloriosi. Quel tempo ben preciso in cui hai sfornato il tuo film migliore. E non sto parlando de Il Sesto Senso. Ti aspetto, col prossimo film, contenta come davanti a una amatriciana.

Fatemi spendere due parole per James McAvoy. Viviamo in tempi davvero nefasti, nei quali Ryan Gosling ha l’espressività di una triglia e McAvoy, invece, fa solo smorfie. Io non seguo questo filone di grandi esperti di recitazione, mi limito a guardare. Entrambi li ho conosciuti e amati in tempi non sospetti, quando nessuno (e dico, nessuno) sapeva chi fossero. McAvoy, che è l’attore principale del film in questione, si immerge totalmente nelle varie personalità che tormentano Kevin, sfruttando il suo corpo e il suo volto come unico mezzo di comunicazione. Non ci sono trucchi e parrucchi, pochi abiti. Solo corporeità. Ed è eccezionale. 

 

giphy23

 

SPOILER

[Certo che il personaggio della dottoressa Fletcher è piuttosto superfluo. Anche perché, ma porco di un cane, non poteva pronunciare lei il nome completo di Kevin invece che lasciarsi stritolare? Eh, Shay, ricordati di certe cagate, ti prego!]

Probabilmente M. Night Shyamalan ha tratto spunto da Una stanza piena di gente (grazie alla mia amica Flavia per la dritta), biografia di William Stanley Milligan, il quale soffriva di un disturbo di personalità multipla. In lui convivevano ventiquattro personalità diverse, che lo hanno portato a rapire nel 1977 tre ragazze.

Se vi incuriosisce, lo trovate qui.

 

E qui potete leggere il parere di Mari’s Red Room.

8 thoughts on “SPLIT [Bentornato, Shayamalan!]

  1. Ma sono stata nominata<3 grazie!
    Come sai concordo su tutto quanto, io poi sono una di quelle che McAvoy lo ignorava quindi doppio entusiasmo!
    Oggi vedo La La Land, poi ti faccio sapere quanto mi avrà fatto ridere la faccia da triglia di Gosling.

  2. Ma sono stata nominata<3 grazie!
    Come sai concordo su tutto, io che poi sono tra quelli che McAvoy lo conosceva poco e niente ho avuto doppio entusiasmo.
    Sulla faccia da triglia di Gosling ci risentiamo, oggi vedo finalmente La La Land!

  3. Avevo lasciato un commento a pranzo, torno a controllare se mi hai risposto e non c’è più manco il mio commento!:O
    Ripropongo: grazie mille per la cit <3
    Ovviamente quoto tutto e lo sai. Adesso poi ho visto anche La La Land e sono d'accordo anche sul fatto che Gosling sia un triglione.

    • Non ti agitare, se commenti e non lo trovi è perché non l’ho ancora approvato! 😉
      Ma io Gosling lo amo, è il mio fidanzato immaginario da trilioni di anni, posso io pensare che abbia la faccia da triglia? ^_^ Sono due attori molto diversi, ma li amo entrambi tantissimo.
      Prova a guardare Espiazione, che è un mattone di film tristissimo, e purtroppo c’è Keira Knightley, ma McAvoy è così bello e brava che ne vale la pena. E poi, eventualmente, Penelope, un filmetto innocuo con Christina Ricci (è una cagatina, eh, ma lui… Vabbeh! Che te lo dico a fà!).

  4. Tanta roba il film e tanta roba McAvoy, che si riconferma un grande attore, altro che faccette.
    E Shyamalan si riconferma autore con la A maiuscola, gli serviva solo qualcuno che smorzasse un po’ il suo ego pazzo! A questi punti aspettiamo McAvoy vs Willis e se così sarà comincio già ora ad asciugare la bavetta :Q______

    • Mamma mia Bollina, non vedo l’ora. Mi sto sbavando addosso! Ahahaha (diamoci un contegno :3)

  5. In questo periodo stanno uscendo TROPPI film interessanti al cinema, mi servono il doppio delle ore ed il quadruplo dei soldi!!!

    • Eh lo so, faccio fatica anch’io. Spero di riuscire a vedere il film di Mel Gibson questo week end, poi vorrei vedere pure Jackie. Si fa quel si può! 😀

Comments are closed.