Il Prosivendolo: Parlami di battaglie, di re e di elefanti

A noi, ubriachi di storie, le storie non bastano mai. Non ci basterà mai la parola “Fine”. Un racconto è un sentiero che porta a qualche altro racconto. Ogni storia è un ponte da attraversare – o da costruire, verso altri ponti e altri attraversamenti. Un bambino vorrà sentirsi raccontare la stessa storia, o un’altra, ma mai vorrebbe la conclusione del racconto. Sherazade tesse la sua rete intricata di narrazioni al re Shahryar come Penelope la tela nell’attesa di Ulisse: entrambe rimandano con l’astuzia un avvenimento spiacevole – un matrimonio non voluto o una decapitazione -, ma ciò che fanno tutte e due in realtà è qualcos’altro: stanno costruendo mondi, possibilità; riempiono lo spazio della realtà con le infinite pieghe del possibile, dell’astuzia e della fantasia. Il possibile è reale.
Continue Reading

DARK (Wann ist Mikkel?) – serie TV

C’è una serie fantascientifica tedesca prodotta da Netflix.
No, dai (penso), non ci credo. Sarà una roba infima, con quelle facce orrende da fiction tipo Il nostro amico Charly. Chiaramente il mio patetico pregiudizio è stato massacrato dal primo episodio, partendo dai titoli di testa – grazie soprattutto alla sigla ipnotica.
Continue Reading

CHIUSO PER FERIE [e perché è stato un anno difficile]

Questo è l’ultimo post dell’anno, dopodiché il blog chiude per ferie fino all’Epifania. Come l’anno scorso io e il mio compagno d’avventure Germano andiamo giù, in quel di Taranto, dove prevedo giorni di sollazzo, sonno poderoso (esattamente come Rollo in copertina), pucce e maritozzi con la panna. Ogni tanto una passeggiata al mare, ma niente di serio. Questa volta partiamo in un giorno strategico, ché l’anno scorso è stato un trauma mica da ridere, tanto che all’arrivo ho spostato gentilmente mia suocera e mi sono tuffata a letto, svenuta.
Continue Reading

Cacciatori di Sogni – Neil Gaiman

“Lasciate allora che vi presenti un monaco e una volpe; e naturalmente, un Signore dei Sogni sotto mentite spoglie. Questa storia non è mai successa: per questo è vera.” 
Così apre le danze Beniamino Sidoti nell’introduzione a Cacciatori di Sogni, che uscì, per la prima volta, nel 1999 per DC Comics, come omaggio al decennale di Sandman. Non è proprio un fumetto, ma piuttosto un romanzo illustrato. L’opera uscì naturalmente anche in Italia per Vertigo, erano ottime annate. Poi divenne inspiegabilmente irreperibile, ma potrebbe essere stata un’idea bizzarra del carissimo Neil Gaiman, conoscendolo.
Continue Reading