Momento divertissement: Neo Yokio

“So che ancora non capisci perché l’ho fatto, ma a Neo Yokio c’è qualcosa di oscuro e non sono i demoni.” (Helena St. Tessero)
Stavo iniziando a perdere le speranze, cari lettori. Che qui di divertissement non trovavo più traccia. Ho iniziato e abbandonato varie serie, ero molto triste perché questa rubrica stava, come si suol dire, tirando gli ultimi. Peccato, essendo fondamentalmente un momento in cui si chiacchiera di cose leggere abbinate all’attività fisica (nel caso specifico, la cyclette). Ma poi ho scoperto NEO YOKIO! Anime creato da Ezra Koenig (cantante del gruppo indie rock newyorkese Vampire Weekend) prodotto da Netflix. Sei episodi in tutto dalla durata di venti minuti, circa.
Continue Reading

Il Prosivendolo: Le finestre di Lynch sull’America [Twin Peaks 3]

BadCoop, il lato malvagio del buon Dale Cooper, è introdotto in questa terza stagione con un remix appositamente distorto di American Woman delle Maddy Magnolias. Cosa centra? Era per riconnettermi al senso di americanità che Twin Peaks ha sempre avuto e, in questo caso come in tanti altri, reso in modo sinistro, ma che spesso viene messo da parte in favore di altri aspetti magari più suggestivi dell’intera serie, quali possono essere il lato esoterico, quello dell’universo surreale e straniante ricreato dall’artista/demiurgo, le teorie su qualunque bizzarria e simbolo all’apparenza incomprensibile…
Continue Reading

Chi sei, Henrietta? [BoJack Horseman – quarta stagione]

OCCHIO AGLI SPOILER!

L’anno scorso scrissi questo articolo dopo aver visto le tre stagioni di BoJack Horseman. L’attesa della quarta stagione è stata eterna, io ci ho provato a centellinare gli episodi (dodici, ventisei minuti ciascuno), ma non ce l’ho fatta. L’ho finita in un paio di giorni. BoJack è per me è la serie della vita. Lo ripeto, lo grido a gran voce, probabilmente me lo tatuerò.
Continue Reading

Momento divertissement: Slasher [la serie]

È ora di ritornare a fare quella cosa terrificante che è lo sport. So di non essere la sola a provare ansia/terrore/fastidio nel mettere in moto il proprio corpo in mezzo alle persone. Quindi, palestra o corsi sono una specie di idea balzana. Allo stesso modo, se ci aggiungiamo la pigrizia assoluta nell’uscire di casa, finisce che il massimo dell’attività fisica sia correre in bagno quando ti viene lo squaraus. Tutto ciò per ricordarvi che la cyclette è un’ottima soluzione, soprattutto se si scelgono delle cose da vedere distraendosi dalla fatica della pedalata. Pertanto, eccoci tornati al momento divertissement!
Oggi vi parlo di Slasher (che potete tranquillamente guardare sul divano o nel letto, come ogni cosa che vi suggerisco di vedere. Io non vi giudicherò mai).
Continue Reading

Momento divertissement: Pretty Little Liars

“Per favore, Jenna non può sentirci, è cieca!” (una delle tante perle di Hanna)
Mona, Alison non si toglierà mai dai cojones.
Non ci girerò molto intorno. Pretty Little Liars è, dal mio modesto punto di vista, la serie TV divertissement per antonomasia. Serie da femmine, direte voi. Serie sciocca e oblunga, il più delle volte insensata e patinatissima, che mescola più generi creando un pastrocchio dall’identità pittoresca. I più autorevoli diranno semplicemente che fa cagarissimo.
Continue Reading