Finalmente il meritato BOOMSTICK [2017]!

Voi non avete idea di quanto io abbia rotto le sfere a Germano per il Boomstick. Il mio discorso conteneva una verità incontrovertibile: da quando ho aperto il blog non ha più assegnato il premio e questo NON È AFFATTO CORRETTO! Ormai avevo perso le speranze, ma Germano è un bvuto subdolo che trama alle spalle, e mo se n’è venuto fuori col Boomstick Award 2017. Che chiaramente ho vinto anch’io, legittimamente. Ora, che cos’è questo fighissimo premio e, soprattutto, cosa rappresenta, lo dovreste già sapere se siete dei blogger o lettori attenti del fantasmagorico mondo di internet. Ma se non conoscete il Boomstick non preoccupatevi più di tanto, in fondo esiste Giulia De Lellis che non sa che l’Africa è un continente (ma soprattutto, definisce rumore la musica dei Pink Floyd). Non è così grave, diciamo. Ma si può rimediare leggendo qui.

Ovviamente, per assegnare il premio, è necessario rispettare quattro semplici regole:
1 – i premiati sono 7. Non uno di più, non uno di meno. Non sono previste menzioni d’onore
2 – i post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi a mo’ di consolazione
3 – i premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. È sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete
4 – è vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite
Se si sgarra si verrà puniti. Perché Germano è come il Grande Fratello, vi sgama tutti. Io lo so. Quindi fidatevi, se non volete beccarvi in fronte il Bitch Please Award, che non è una bella roba. Quel fetente di Cavour farà le veci di Germano, perciò fate i bravi.
Bene, bando alle ciance. Assegno il Boomstick 2017 ai seguenti blog:
    1. CineFatti di un sacco di gente, tra cui Fausto Vernazzani e Francesca Fichera, perché le recensioni dei film mi stanno sempre più annoiando, ma con i CineFatti non succede mai. Inoltre Fausto ha cambiato idea a proposito di American Gods (la serie TV) grazie a me e ciò mi gasa. E Francesca ha troppo un bel sorriso.
    2. Il Bollalmanacco di Cinema, di Erica Bolla, per il semplice fatto che accetta sempre di buon grado i miei atroci suggerimenti per la sua rubrica on demand. E parla di cinema con molta più maestria di tanti altri massimi esperti.
    3. Psicologia e Scrittura di Stefano Mazzoni, giovane che si barcamena con delicatezza tra i meandri della mente umana e della narrativa. Inoltre sono ancora qui che aspetto il suo romanzo. Ma ti muovi?
    4. Kaya che fa cose, di Vera Bonaccini. Allora, io che mangio veramente peggio degli americani poveri, le strane ricette in salsa punk di Vera (che, tra le altre cose, è una nota poetessa) mi interessano. Anche perché non tratta solo di cibo, ma di tutto ciò che concerne la casa (messaggio subliminale a Germano). Seguitela e smuovetela, che il blog è fermo da mesi e ciò non mi sta bene.
    5. Citarsi addosso di Roy Hobbs, che crea delle illustrazioni splendide nonché vignette acutissime, alla faccia di tanti fumettisti che intasano feisbuc. All’interno del suo blog potete leggere le sue storie, particolari e suggestive. E inoltre è amico di mia cuggggina.
    6. Silvi’s Page di Silvi Page, perché è la mia omonima e, nonostante le sue vignette siano evidentemente diverse dalle mie, qualcuno ci confonde. Se la seguite scoprirete che fa delle cose molto inquietanti col corpo, naturalmente io manco per sogno.
    7. Ozymandias, di Andrea Lupia. Ovvero Lupus, che ultimamente lo ha aggiornato con un piacevole racconto a puntate e mi domando cosa abbia di meglio da fare piuttosto che scrivere costantemente sul blog (recitare? Promuovere il suo ultimo film? Massì, dai però…).
Bene, io ho finito. Spero che i blogger sopra citati facciano un buon lavoro e ricordatevi che Cavour vi scruta… 

5 commenti

  1. Sai che io ambisco sempre al Bitch Please Award ma sono talmente onorata di ricevere il Boomstick e sfoggiarlo che… scusa, Camillo BenZo ma non ci penso nemmeno!! XDXD
    Grazie grazie grazie mille volte e… oh, aspetto ancora suggerimenti, eh!

    1. Rifletterò molto intensamente su altre PERLE del mio passato! 😀
      Cara la mia Bolla, è stato un piacere premiarti.