IL BAMBINO CHE NON POTEVA SORRIDERE

Vi avevo detto che stava arrivando (per chi si fosse perso l’annuncio, eccolo qui) e infatti è arrivato: Il bambino che non poteva sorridere è ufficialmente pronto per essere acquistato, per il momento in versione cartacea. Io l’ho illustrato e condiviso le intenzioni, ma la mente di questo progetto è Laura Stenico, l’autrice, e mi è sembrato opportuno lasciarle lo spazio che merita per spiegarvi nel dettaglio di cosa si tratta.
Ecco a voi: Laura!
**************************************************************
A volte succedono delle cose importanti, che necessiterebbero di una spiegazione e a cui purtroppo una spiegazione non sappiamo dare.
Perché a volte semplicemente un senso non c’è.
Continue Reading

Come sarebbe la tua vita se non potessi sorridere?

Per rassicurarvi sul fatto che non sono morta (chi segue Melange sa che sono viva e in forma), aggiorno il blog per annunciarvi l’arrivo di un libro delizioso.
Il bambino che non poteva sorridere, di Laura Stenico (già che ci siete, potete dare un’occhiata al suo primo romanzo, un brillante divertissement). Questo racconto per bambini l’ho illustrato io, con grande gioia.
Continue Reading

Aperitivi di libri: li volete tre stuzzichini?

Ho pensato che, come feci a giugno con alcune serie TV, potrei consigliare delle letture senza dilungarmi troppo. Io gli aperitivi li faccio soft, sennò poi non ceno, ma comunque sostanziosi e di qualità. Quindi eccovi qua degli stuzzichini su cosa leggere nel vostro tempo libero. O quando vi annoiate in ufficio. O per i vostri viaggi/spostamenti coi mezzi pubblici. O quando necessitate di troncare di netto una conversazione. Cacciate fuori l’ereader e immergetevi in ottime storie.
Continue Reading

Un’avventura tra i fiori di yucca: Il Regalo

“Non sapevo veramente che le persone potessero intendere le cose in modo diverso da come le dicevano.” (Gunilla Gerland)
Finalmente mi sono decisa. Il Regalo è un mio racconto breve, pronto per farsi spazio nel fantasmagorico mondo degli e-book da un bel po’ di tempo. Andrea Lupia, l’illustratore della copertina e mio carissimo amico, avrà pensato di aver disegnato per niente. Germano, che come sempre ne ha curato l’editing, a un certo punto ha smesso di chiedermi quando l’avrei pubblicato.
Continue Reading

Pronti per un nuovo racconto horror?

“Per Miriam, trentacinquenne infelice, una festa anni ’80 può essere motivo di rivalsa verso un’irritante collega. Per qualcun altro, un motivo per uccidere.

Novelette horror dall’humor nero, ambientata in Alto-Adige.”

Si pensa, erroneamente, che il racconto sia il fratello minore, e magari un po’ sfigato, del romanzo. Certamente il romanzo ha intrinsecamente ambizioni più alte, comporta un’enorme mole di lavoro, pazienza, dedizione. Ma, per ora, il racconto (breve, soprattutto) è la dimensione narrativa in cui mi sento più a mio agio.

Continue Reading